colori_foxcolor

Dovete pitturare casa? Attenti al colore che scegliete

Come vi abbiamo accennato negli articoli precedenti, in base alla nostra personalità siamo attratti da un diversa tonalità. Rosso, blu, giallo, tutti i colori hanno un significato particolare, richiamano determinate emozioni o sviluppano specifiche sensazioni. È per questo che, in relazione al nostro stato d’animo, saremo più propensi a scegliere una tinta piuttosto che un’altra. Eppure possiamo affermare che ben poche persone saranno affascinate da un  particolare colore: il Pantone 448 C. Considerata un mix tra il verde e il marrone, secondo alcuni esperti australiani, questa sfumatura sarebbe la più brutta in assoluto.  353_pantone_448C_foxcolor

Dopo aver condotto un’indagine su circa mille volontari, il team di cervelloni ha decretato che il Pantone 448 C non piace quasi a nessuno. Sembra che ricordi qualcosa di sudicio e putrido, assimilabile alle acque sporche, al catrame o, addirittura, alla morte. Per alcuni causerebbe nausea e panico ai malcapitati osservatori.

Questo colore sembra essere così poco attraente che alcuni Paesi, come la Francia, l’Irlanda e la Gran Bretagna, avrebbero deciso di utilizzarlo per decorare lo sfondo dei propri pacchetti di sigarette sperando così di scoraggiare l’acquisto delle stesse. L’Australia utilizza questa tecnica già dal 2012 e sembrerebbe funzionare. Eppure possiamo constatare che, anche se questa tonalità risulta essere la più brutta, è una delle poche a possedere un proprio profilo Twitter dal quale è stato diffuso l’hashtag #notsuchahorriblecolour.

Tutto ciò forse ci fa capire che, in fondo, la scelta delle tinte è davvero molto soggettiva. Prestate però attenzione quando dovrete scegliere la nuance con la quale verniciare casa poiché da questa dipenderà anche la vostra sensazione di comfort. Se volete, potete iniziare a chiarirvi le idee dando uno sguardo a tutti i colori che vi proponiamo noi!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>